Docente: SARAH GRAMAZIO

TALENT RETENTION

- 19 Novembre, 2024 18:00

- 21 Novembre, 2024 18:00

Opening-hours

3 ore

119,00 

0 Di 5

RIDURRE IL PROPRIO TURNOVER: INCENTIVI FINANZIARI, SVILUPPO PROFESSIONALE, CONSAPEVOLEZZA E CULTURA ORGANIZZATIVA

“Se vuoi costruire una nave non riunire i tuoi uomini per dar loro degli ordini, per spiegare ogni dettaglio, per indicargli dove trovare ogni cosa. Se vuoi costruire una nave, fai nascere nel cuore dei tuoi uomini il desiderio del mare” (Saint-Exupery).

I dati GALLUP pubblicati nel report “STATE OF THE GLOBAL WORKPLACE” sono molto chiari:
l’87% dei lavoratori intervistati su scala mondiale ha dichiarato di non essere coinvolto nel proprio lavoro o di essere attivamente disimpegnato.

Questo dato include due categorie di lavoratori:

  • i lavoratori non soddisfatti che semplicemente impiegano il tempo – non l’energia e la passione – nel proprio lavoro
  • i lavoratori che non solo sono insoddisfatti ma che sono anche impegnati attivamente ad esprimerla questa loro insoddisfazione, minando altresì ciò che i collaboratori coinvolti realizzano

Le statistiche ci comunicano una verità inquietante: solo il 13% dei lavoratori worldwide dichiara di essere coinvolto nel proprio lavoro. Questo implica che solo il 13% dei lavoratori sta portando avanti la propria organizzazione!

Se sei parte di questo 13% conosci bene la frustrazione che si prova quando la maggior parte dei tuoi collaboratori non è proattivamente coinvolto. Nelle aziende con basso livello di engagement, questa frustrazione è spesso la causa del turnover dei top talent.

Qual è il prezzo da pagare?

Il costo di bassi livelli di engagement non è solo limitato al turnover e al recruitment. Gallup riporta che in US, per esempio, i dipendenti attivamente disimpegnati costano dai 450 ai 550 miliardi all’anno, senza includere nel conteggio i lavoratori “semplicemente” non soddisfatti.

Secondo Schlesinger and Heskett, il costo del turnover può arrivare fino al 150% del pacchetto retributivo del personale fuoriuscito.

L’elevato costo del turnover è la ragione che spiega l’importanza della EMPLOYEE RETENTION.

Una delle sfide più impegnative degli imprenditori e dei manager di oggi è proprio quella di riuscire a trovare la chiave giusta per la motivazione e la valorizzazione dei propri team.

OBIETTIVI

  • Comprendere come evitare la perdita di talenti all’interno dell’azienda?
  • Acquisire le leve motivazionali da usare per trattenere i dipendenti
  • Acquisire tecniche e modelli per una comunicazione bidirezionale

 

ARGOMENTI TRATTATI

  • Tecniche e strategie di engagement
  • Leve motivazionali per dipendenti e collaboratori
  • Il turnover: parametri e misure
  • Strategie per ridurre il turnover
  • La social Revolution
  • Onboarding, follow up e One to One
  • Strategie per affrontare le criticità
  • Performance review
  • Il modello OKR

 

CARATTERISTICHE DEL CORSO

  • Approccio interattivo
  • Erogazione online su Zoom
  • Classi limitate

 

DESTINATARI

Il live webinar è destinato a manager, imprenditori e professionisti operativi nel mondo HR che vogliono implementare i processi di employee lifecycle

IL CORSO RILASCERÀ

  • Attestato di partecipazione riconosciuto CISO/ICIM
  • Materiale didattico
  • Strumenti e modelli operativi
  • Mailing ed interazione con la docente
  • Esercitazioni

 

PROSSIMA EDIZIONE:

19 e 21 novembre 2024, dalle 18 alle 19.30

Il live webinar rientra nel percorso: Hr Accelerator

19 Novembre, 2024 18:00

21 Novembre, 2024 18:00

119,00 

Docente: SARAH GRAMAZIO

Sarah Gramazio, Psicologa del lavoro e delle organizzazioni con conseguente Dottorato di Ricerca in Scienze Psicologiche. Fortemente appassionata di internazionalizzazione, segue progetti di ricerca presso la Melbourne School of Psychological Sciences e partecipa a progetti cross-culturali con la European Association of Social Psychology (EASP). Conseguito il Dottorato, lavora come consulente statistica per progetti di sviluppo e formazione delle Risorse Umane, esperienza che la farà poi approdare nel mondo aziendale. Le sue conoscenze e la sua forte passione per le strategie di business, per la valorizzazione delle risorse umane e per l’internazionalizzazione vengono applicate nella ricerca e selezione del miglior matching tra i talenti e le imprese desiderose di innovare, in Italia e all’Estero. In pausa potete trovarla con il suo mappamondo a cercare il prossimo Paese da contrassegnare con una delle sue bandierine.

19 Novembre, 2024 18:00

21 Novembre, 2024 18:00

119,00 

Cosa dicono i Partecipanti

Descrizione

L’importanza del Talent Retention è dimostrata dalle statistiche rivelano un dato allarmante: solo il 13% dei lavoratori a livello globale si sente coinvolto nel proprio lavoro, indicando che solo questa esigua percentuale sta contribuendo al successo delle proprie organizzazioni.

Se fai parte di questo esiguo 13%, conosci bene la frustrazione di lavorare con colleghi poco coinvolti. Nei contesti aziendali con bassi livelli di coinvolgimento, questa frustrazione spesso porta all’alta rotazione dei talenti migliori.

I bassi livelli di coinvolgimento non si traducono solo in turnover e costi di assunzione. Secondo Gallup, i dipendenti disimpegnati attivamente costano negli Stati Uniti tra 450 e 550 miliardi di dollari all’anno, senza contare coloro che sono semplicemente insoddisfatti.

LIVE WEBINAR TALENT RETENTION CONDOTTO DA:

Sarah Gramazio

TALENT RETENTION

L’elevato costo del turnover è la ragione che spiega l’importanza della EMPLOYEE RETENTION.

Una delle sfide più impegnative degli imprenditori e dei manager di oggi è proprio quella di riuscire a trovare la chiave giusta per la motivazione e la valorizzazione dei propri team.

L’obiettivo del corso è fornire metodologie, strategie e modelli pratici che conducano ad una maggiore comprensione e gestione dei drivers motivazionali dei propri collaboratori.

- 19 Novembre, 2024 18:00

- 21 Novembre, 2024 18:00

119,00 

FORSE SEI INTERESSATO ANCHE A QUESTI WEBINAR